Ricerca

Scuola Futura

Scuola Futura è la piattaforma per la formazione del personale scolastico (docenti, personale ATA, DSGA, DS), nell’ambito delle azioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), Missione Istruzione.
Contenuti e moduli di formazione sono articolati in 3 aree tematiche (Transizione digitale, STEM e multilinguismo, Divari territoriali), che riprendono 3 delle linee di investimento per le competenze definite dal PNRR: Didattica digitale integrata e formazione del personale scolastico alla transizione digitale, Nuove e competenze e nuovi linguaggi, Intervento straordinario di riduzione dei divari territoriali e lotta alla dispersione scolastica.

Per approfondire visitare il sito: https://scuolafutura.pubblica.istruzione.it/

 

 

Spazi e strumenti digitali per le STEM

Descrizione

Il nostro istituto attraverso il presente avviso, intende promuovere la realizzazione di spazi laboratoriali e la dotazione di strumenti digitali idonei a sostenere
l’apprendimento curricolare e l’insegnamento delle discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) da parte delle scuole. L’innovazione delle metodologie di insegnamento e apprendimento delle STEM nella scuola rappresenta, altresì, una sfida fondamentale per il miglioramento dell’efficacia didattica e per l’acquisizione delle competenze tecniche, creative, digitali, delle competenze di comunicazione e collaborazione, delle capacità di problem solving, di flessibilità e adattabilità al cambiamento, di pensiero critico. Le proposte progettuali devono avere ad oggetto la realizzazione spazi laboratoriali e la dotazione di strumenti digitali per l’apprendimento curricolare e l’insegnamento delle discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica).

 

 

Next generation class – Ambienti di apprendimento innovativi

Il progetto intende dare vita ad ambienti digitali multimediali, flessibili e dinamici che promuovano la didattica laboratoriale e nuovi
ambienti per l’apprendimento in grado di avvicinare sempre più la scuola alle esigenze e ai bisogni dei nostri alunni. L’acquisto di
dispositivi di condivisione come pc e carrelli completano la transizione digitale avviata con l’acquisto di LIM (PON Digital Board) e con
l’ampliamento della rete wireless dell’Istituto (PON Reti Clablate). Gli arredi flessibili acquistati dall’Ente locale per agevolare
l’apprendimento cooperativo completano la cornice di innovazione entro cui si colloca l’investimento. La sinergia tra gli strumenti, gli
arredi e i servizi già esistenti e l’acquisto di carrelli multimediali aiuteranno a rendere tutti gli ambienti scolastici (delle classi terze,
quarte e quinte della primaria e di tutte le classi della scuola secondaria)tecnologicamente evoluti ed idonei a sostenere attività di
ricerca ed aggiornamento e a sviluppare una scuola più vicina alla nostra attuale generazione di alunni. L’intervento si colloca, inoltre,
come base strutturale delle azioni previste e che saranno attivate in favore del contrasto alla dispersione scolastica. I carrelli per la
ricarica, completi di almeno 15 notebook ciascuno, consentiranno l’utilizzo immediato in aula di tutti i software educativi a supporto
dei Bisogni Educativi Speciali già in possesso della scuola (si conta una presenza in istituto del 20% di alunni con BES e del quasi 50% di
alunni provenienti da contesti migratori con evidenti situazioni di svantaggio). A fronte dei nuovi bisogni emergenti, ricchi di sfide e
forieri di prospettive inedite, si intende accompagnare la transizione digitale del nostro istituto, affinché i processi di didattica frontale
lascino spazio ad ambienti di apprendimento innovativi, connessi e digitali, potenziando la didattica laboratoriale e sviluppando un
reale curricolo per competenze. La presenza di carrelli mobili agevolerà le classi che non saranno tenute alla prenotazione delle attività
in laboratorio poiché la stessa aula diventerà un laboratorio mobile all’occorrenza. L’acquisto di un carrello per ogni team
docente/classe parallela del plesso (max 2), contribuirà al cambiamento della configurazione spaziale della classe: gli alunni potranno,
grazie ad una maggiore flessibilità spaziale, cooperare con i pari e con l’adulto. L’insegnante diventa guida e sostegno per gli allievi, un
regista del processo di apprendimento che rende possibile l’acquisizione in autonomia di competenze disciplinari, relazionali e civiche .
L’attenzione agli spazi e agli strumenti innescherà un nuovo modo di fare didattica e di vivere gli ambienti, sviluppando il senso di
appartenenze e le competenze legate anche alla cura degli ambienti scolastici e agli spazi comuni. Poiché la sola presenza del
computer non basta per generare l’innovazione del metodo, il collegio docenti verrà accompagnato dall’animatore digitale, grazie
anche ai fondi stanziati con il decreto Animatori digitali 22-24, attraverso percorsi formativi laboratoriali e di riflessione metodologica
affinché il cambiamento sia realmente innovativo, sostenibile e riguardi il metodo così come la sfera valutativa che potrà beneficiare di
nuove inedite forme di osservazione dei processi di apprendimento.

 

 

Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica

Descrizione

Il progetto #FUORICLASSE si inserisce all’interno dell’azione progettuale GameSchoolLab, un progetto voluto fortemente dall’istituto e sostenuto attivamente dal Comune di Bergamo e dalle realtà del terzo settore del territorio. Il suddetto progetto ha individuato nella scuola un centro motore intorno al quale si generano, attraverso l’implementazione di interventi specifici in rete con la comunità educante, occasioni di crescita culturale, socialità, sviluppo delle competenze in contesti non formali e informali per rispondere a nuovi bisogni e per contrastare povertà educativa ed esclusione diffusa. Tale sperimentazione ha concesso di vivere l’apertura della scuola nella fascia pomeridiana ai ragazzi e alle ragazze della fascia 11-14 anni con una proposta di attività articolata come segue:
A. creazione in ogni plesso di un Club, spazio aperto d’incontro e relazione, gestito con una presenza educativa leggera nell’ottica di sostenere e valorizzare le relazioni dei ragazzi e delle ragazze;
B. attivazione di laboratori di studio in un clima di collaborazione tra pari e nel rispetto dei tempi di apprendimento di ciascuno (spazi di studio individuali, gruppi di studio auto-organizzati, lezioni di piccolo gruppo);
C. realizzazione di attività specifiche e di laboratori condotti dagli insegnanti, dai soggetti partner, da soggetti del territorio.
D. Per consentire ai ragazzi e alle ragazze di fermarsi direttamente a scuola al termine delle lezioni viene allestito uno spazio mensa o uno spazio per pranzare insieme con la presenza di figure educative di riferimento. La sperimentazione del progetto ha portato a significativi risultati dal punto di vista della frequenza scolastica degli alunni a rischio dispersione, La progettazione e gli interventi altamente personalizzati del progetto #FUORICLASSE si pongono quindi come azione di continuità all’interno della cornice e consente la replica di laboratori ed esperienze.

Nuove competenze e nuovi linguaggi Azioni di potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche

Per l’attuazione della linea di investimento 3.1 “Nuove competenze e nuovi linguaggi” nell’ambito della Missione 4, Componente 1, del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, al fine di assicurare
il raggiungimento dei relativi target e milestone, è destinata una somma per la realizzazione di percorsi didattici, formativi e di orientamento per alunni e studenti finalizzati a promuovere l’integrazione, all’interno dei curricula di tutti i cicli scolastici, di attività, metodologie e contenuti volti a sviluppare le competenze STEM, digitali e di innovazione, nonché quelle linguistiche, garantendo pari opportunità e parità di genere in termini di approccio metodologico e di attività di orientamento STEM.